New Header Sito pagina Costellazioni Familiari IGAT Marina Solsona - Antonio Ferrara Psicoterapia

Costellazioni Familiari

Condotto da Joan Garriga

Prossima data:

19-20 gennaio 2019
LUOGO: Sede IGAT
in via Ligorio Pirro, 20 – Napoli (Vomero).

 

ORGANIZZATO DA:
IGAT – Istituto di psicoterapia della Gestalt e Analisi Transazionale

Di cosa si tratta:

Le Costellazioni Familiari, secondo Bert Hellinger, consentono di scoprire, portare alla luce e sciogliere “irretimenti” familiari che si trasmettono di generazione in generazione e che sono causa di malattie e disturbi psichici e fisici.
Rappresentano dunque un valido contributo per affrontare varie problematiche, siano esse relazionali, professionali o legate a malattie.

Per cogliere appieno il significato di questo approccio è importante assumere una prospettiva sistemica. In un sistema il singolo non è importante di per sé ma in funzione di qualcosa di più grande, il sistema appunto. Esistono tanti sistemi, quello che ci viene in mente subito è l’ecosistema, di cui si parla molto, c’è anche un sistema azienda, un sistema famiglia e così via.

Sembra che in ogni sistema ci siano delle forze assai potenti per cui il singolo è per così dire responsabile per la parte che gli compete, spesso a sua insaputa, del funzionamento del tutto. Un altro esempio è il sistema assai complesso dell’organismo vivente.

È abbastanza intuitivo pensare che da certi sistemi si possa uscire, per esempio da una associazione sportiva e da altri no, primo fra tutti l’ecosistema ma anche il sistema familiare.

Nella terapia familiare l’individuo allora non è mai preso come elemento isolato ma inserito in un determinato contesto di relazioni; questo permette di trovare legami e connessioni quasi sempre inconsci, con destini difficili nel sistema-famiglia.

Attraverso il metodo delle Costellazioni Familiari possiamo allora rendere consapevoli certi processi destinati normalmente a restare e agire nell’oscurità e nello stesso tempo ristabilire il collegamento con le forze vitali delle origini, in accordo e all’unisono con gli “ordini dell’Amore”.

Nella pratica delle Costellazioni Familiari è emerso che in ogni sistema familiare esistono degli ordini strutturali fissi, utili a mantenere in equilibrio il sistema e provvedere alla sua sopravvivenza. Bert Hellinger ha dato loro il nome di “Ordini dell’Amore”, ovvero ciò che crea l’appartenenza al clan e ne garantisce la sopravvivenza dei suoi membri. Si tratta di una componente arcaica della struttura familiare tanto potente da indirizzare i destini dei singoli e influire in modo incisivo nella vita di tutti noi. Questi ordini sono dati, così come esiste un ordine, seppure in continua trasformazione, nel sistema stellare, così esiste un ordine nel sistema familiare. Da qui il termine Costellazioni Familiari.

Nel sistema familiare vige un senso dell’ordine e dell’equilibrio, la coscienza del clan, per cui ogni torto fatto ad un predecessore deve essere compensato da un successore. Questa coscienza si fa carico delle persone escluse e dimenticate dalla nostra anima e non si arrende fino a che non viene ridato, all’escluso, un posto e la dignità nel nostro cuore.

Quindi, finché una persona è esclusa o dimenticata, nel sistema agisce una pressione affinché un successore in qualche maniera ne difenda i diritti, identificandosi con lui, a volte imitandone il destino negativo come una malattia o la morte precoce. Si parla allora di “irretimento”.

Finché gli Ordini dell’Amore vengono rispettati e seguiti, possiamo vivere con serenità le nostre relazioni e la vita sarà senza gravi difficoltà o problemi.

 

Se gli Ordini dell’Amore non vengono rispettati, ci saranno conflitti e problemi nelle relazioni, ci potranno essere anche conseguenze molto gravi come malattie fisiche e psichiche e la morte.

I bambini sono i più colpiti dalle violazioni degli Ordini dell’Amore, essi non si possono difendere; nei sistemi familiari i bambini sono quelli che amano di più: pur di mantenere l’appartenenza e la coesione del nucleo, sono pronti a sacrificare tutto, compresa la vita. Spesso si ritrovano immischiati in una situazione di arroganza e superiorità, lo fanno per amore quando cercano di riappacificare i genitori o sostituirsi ad uno di loro. Spesso, credendo di far bene, si mettono dalla parte di uno dei genitori o addirittura svolgono il ruolo di amici e confidenti.

L’Ordine però non può essere violato, nemmeno per amore. Il senso di equilibrio che abbiamo nell’anima è più forte di questo amore; l’equilibrio si mette dalla parte dell’ordine, anche a costo della felicità e della vita. La soluzione allora è prendere coscienza dell’Ordine e seguirlo con amore e umiltà.

La coscienza del sistema familiare pretende un equilibrio e i bambini sono legati a ciascuno dei suoi membri. Essi provano un profondo senso e bisogno di appartenenza al proprio sistema familiare. Cercando di salvare qualcuno, si sentono in armonia con se stessi e la famiglia. Credono di realizzare qualcosa di utile e si sentono così in diritto di mantenere la propria appartenenza. Poco importa poi se questo processo procura loro un danno o mette in pericolo la loro vita.

La convinzione inconscia di poter guarire una persona amata sacrificando la propria salute o di poter restituire la vita offrendo la propria trova la sua origine nel pensiero magico che fa parte della nostra evoluzione.

Se poi questo processo verrà smascherato, se la persona prende coscienza dell’irretimento, non potrà più agire come prima, comprendendo che il proprio sacrificio non porterà alcun vantaggio, anzi aggiungerà altro dolore al dolore.

Fonte: www.costellazionifamiliari.it

Info e Costi:

Il workshop è aperto al pubblico:

COSTELLAZIONI FAMILIARI
19-20 gennaio 2019

Conduce: Joan GARRIGA

Per informazioni compila il form sottostante o chiamaci in orari di ufficio
al numero 0815790855 o scrivici all’indirizzo info@igatweb.it