Scuola di Psicoterapia
Scuola di Counselling
Workshop
Centro Clinico

30 ANNI DI IGAT

Il 4 novembre 2017, presso la sede centrale della Scuola, si terrà un evento per celebrare i trent’anni dell’IGAT – Istituto di Gestalt e Analisi Transazionale.

 

L’evento, organizzato dal direttore e fondatore dell’istituto dott. Antonio Ferrara, sarà l’occasione per conoscere, attraverso Workshop Esperienziali gratuiti e a partecipazione libera, il metodo GATES, ovvero l’integrazione di Gestalt, Analisi Transazionale, Psicologia degli Enneatipi (Enneagramma) e Spiritualità.

 

Il modello teorico e metodologico, per la sua flessibilità, permette l’intervento nelle patologie cliniche più svariate, anche gravi, che si incontrano nell’attività professionale istituzionale e privata, nonché nel campo scolastico, delle organizzazioni e del disadattamento sociale.

 

La terapia integrata, Gestalt, Analisi Transazionale, Enneagramma e Spiritualità, costituisce un unicum, un tutt’uno, per il quale l’intervento terapeutico può avvalersi di differenti potenziali, utilizzando le innumerevoli tecniche e metodologie di lavoro che, messe a punto dalle scuole di riferimento e ulteriormente elaborate dalla nostra ricerca trentennale, rende possibile trattare le patologie e i disagi più disparati.

 

Un calendario fitto per celebrare il trentennale di una Scuola che esporta in tutto il mondo un modello originale che, mantenendo le filosofie di base della Gestalt e dell’Analisi Transazionale, si appoggia ai valori della crescita e dello sviluppo dei propri potenziali naturali.

 

In Italia, Spagna ma anche Brasile, Argentina, Cile e Perù, sono tanti nel mondo gli psicoterapeuti e i counsellor dove il modello GATES è stato insegnato in Corsi di Formazione e Seminari.

 

Appuntamento, quindi, il prossimo 4 novembre con un programma ricco di spunti di riflessione e opportunità di apprendimento.

Trentennale-CS6-progr-sito
Trentennale-sito
Trentennale-CS6-festeggiamenti

*Più sotto troverete le descrizioni di ogni singolo workshop per aiutarvi nella scelta.*
*Posti Limitati.*

La partecipazione all’evento è gratuita previa registrazione a: info@igatweb.it

 

Ecco il PROGRAMMA dei Workshop.
È possibile scegliere un solo workshop per dare l’opportunità a più persone di partecipare chiamandoci al numero di segreteria 0815790855 o scrivendolo nella mail di registrazione (vi risponderanno per la conferma di registrazione o per SOLD OUT).

WORKSHOP ESPERIENZIALI

DIVISORE WS sito

01. DALLA CARENZA ALL’AUTOSOSTEGNO

Dott. Massimiliano Troisi, Dott.ssa Sonia Zangarini

Spesso la sofferenza nasce dal modo in cui reagiamo alle difficoltà della vita più che dalle difficoltà stesse. Di fronte ad un problema rispondiamo ascoltando il nostro bisogno nevrotico, ci aspettiamo un aiuto esterno o ci chiudiamo invece di ascoltare il nostro bisogno reale e di utilizzare le nostre risorse per crescere. Ognuno di noi infatti percepisce un vuoto, una carenza originaria che per tutta la vita cerca di colmare.
Ci si può sentire carenti in differenti modi ma resta una costante per tutti la ricerca compulsiva di compensare questa carenza, di ottenere qualcosa che a suo tempo non si è ricevuto.
Lo sguardo rivolto al passato ed a ciò che manca ci impedisce però di crescere, di inventare modi nuovi è creativi per affrontare e le vicende della vita e soprattutto ci impedisce di sentirci individui completi.

Il lavoro propone una breve esperienza per riconoscere i nostri bisogni illusori ed orientarci verso quelli autentici. Utilizzando gli strumenti messi a disposizione da Gestalt e Analisi Transazionale i partecipanti verranno accompagnati nell’esplorazione di nuove possibilità per vivere pienamente il quotidiano.
DIVISORE WS sito

02. IL RECUPERO DELLA SPONTANEITÀ ATTRAVERSO IL CORPO

Dott.ssa Veronica Iorio, Dott.ssa Carmen Pirozzi

Il corpo possiede una sua saggezza in base alla quale sa di cosa ha bisogno l’organismo. Le convinzioni rigide della mente e gli schemi copionali in cui si è intrappolati impediscono di accedere alla naturale capacità di autoregolazione e di essere liberamente se stessi. I condizionamenti limitanti si manifestano nel corpo mediante una inibizione della spontaneità e della fluidità di cui, spesso, si è inconsapevoli. In quest’ottica, il lavoro corporeo mira al raggiungimento di una consapevolezza piena dei propri blocchi, che non sia solo cognitiva, ma anche emotiva e corporea. Inoltre, favorisce il recupero delle capacità autoregolative proprie del corpo fluido, connesso alla sua naturalezza. Il workshop si articola in una breve introduzione teorica cui farà seguito un’esperienza di movimento corporeo. Quest’ultimo, attraverso due fasi, invita ad esplorare come il corpo esprime le convinzioni svalutanti, su di sé, sugli altri e sul mondo, e a sperimentare modalità più autentiche e soddisfacenti.

*Si consiglia abbigliamento comodo.

DIVISORE WS sito

03. L’ATTIVAZIONE DEL BAMBINO INTERIORE

Dott.ssa Carolina Alfano, Dott.ssa Santina Pierro

Dimentichiamo spesso che siamo stati dei bambini e facendo così escludiamo parti importanti e molto energetiche dalla nostra vita. L’analisi transazionale parla dell’io come formato da tre strutture che formano la nostra personalità che chiama Stati dell’Io: Genitore, Adulto e Bambino. Il modo in cui ciascuno sente, pensa e si comporta è riconducibile a queste tre grandi categorie.

Il lavoro che proponiamo consiste nel contattare attraverso un’esperienza il bambino che siamo stati, incontrarlo, esplorarne i blocchi di allora e vedere come essi ancora influenzano la nostra vita oggi. Attraverso, poi, un lavoro creativo il processo si concluderà con l’attivazione del Bambino Libero che è in ognuno di noi, per favorirne l’espressione, energizzarne l’aspetto creativo, motori necessari per riappropriarci della spontaneità perduta.

DIVISORE WS sito copia

04. ALL’INIZIO, IL VERBO: ESPLORAZIONE DEL PROPRIO SUONO PRIMORDIALE, IL PRECURSORE DELLE NOSTRE EMOZIONI

Dott.ssa Filomena Petrazzuolo, Dott. Massimiliano De Somma

Il verbo è suono. Il suono è vibrazione, una vibrazione che, entrando in risonanza con la persona, provoca ed elicita sensazioni, emozioni, pensieri. L’effetto terapeutico sull’individuo è noto fin dagli albori del tempo. La capacità del suono e della musica di modificare lo stato di coscienza è riconosciuta ed antica come la musica stessa. La musica, inoltre, nella sua composizione indipendente dalle variabili che la compongono, è essa stessa espressione e comunicazione attraverso un linguaggio preverbale che coinvolge elementi della psiche profonda e quindi l’inconscio. Attraverso l’esperienza del “verbo” sonoro e musicale, il workshop, strutturato in forma esclusivamente esperienziale, permetterà allora di sperimentare emozioni, sensazioni, cognizioni attraverso una comunicazione preverbale tra sé e sé e tra sé e l’altro, favorendo così lo sviluppo di una profonda e autentica consapevolezza di sé, della relazione con l’altro e del mondo che percepiscono.

DIVISORE WS sito copia

05. LA NARRAZIONE DI SÉ COME CURA

Dott.ssa Ida Franzese – Dott.ssa Grazia Milone

L’essere umano ha un grande potenziale dentro di sé, talvolta usato in minima parte, oscurato e limitato dalla prigione della mente, da vecchie idee e convinzioni che lo rendono schiavo del suo stesso carattere. La narrazione può costituire un veicolo di cambiamento, la via attraverso cui dare forma alla propria identità: “ri-scrivere” la propria storia!

In campo clinico, Erving Polster (1987) suggerisce che la vita di ogni persona può essere vista come un romanzo: la scoperta di tale analogia sarebbe di per sé terapeutica.
Il qui ed ora della terapia diventa il luogo e il tempo fertile all’interno dei quali iniziare a vivere esperienze nuove, nuovi modi di sentire, versioni diverse della propria esistenza e, quindi, nuovi racconti. Si lavorerà in modo esperienziale, esplorando vari canali narrativi (dal linguaggio parlato, alla scrittura, all’immagine…) per favorire la consapevolezza dei propri modi di essere e la sperimentazione di modi nuovi e più autentici di entrare in contatto con se stessi e con gli altri.

DIVISORE WS sito copia

06. OGNI VITA HA UN SOGNO:
UN’ESPLORAZIONE DELLE RISORSE E DEI BLOCCHI

Dott.ssa Mara Festa – Dott.ssa Bianca Lama

Tutti hanno un desiderio da realizzare; nell’ambito professionale, familiare, affettivo, sociale.

Ma molto spesso ciò che è desiderato resta in una dimensione puramente immaginativa senza realizzazione concreta.

Attraverso visualizzazioni guidate e tecniche corporee, si esplorerà l’immagine del proprio sogno di vita e la forma dei blocchi e ostacoli che lo rendono irraggiungibile.

La consapevolezza emersa sarà risorsa e potenziale d’azione.

Antonio Ferrara, psicologo, psicoterapeuta e direttore dell'Istituto di psicoterapia della Gestalt e Analisi Transazionale IGAT

Direttore
DOTT. ANTONIO FERRARA

Didatta – Supervisore  in Psicoterapia della Gestalt riconosciuto dalla F.I.S.I.G
e in Analisi Transazionale riconosciuto da ITAA/EATA/IAT.
Psicologo, Psicoterapeuta, Direttore dell’IGAT
Istituto di Psicoterapia della Gestalt e Analisi Transazionale,
creatore di una forma di psicoterapia integrata,
denominata TEATRO TRASFORMATORE.

INFO:

L’evento è aperto al pubblico:
per informazioni e prenotazioni compila il form sottostante o chiamaci in orari di ufficio (dal lunedì al venerdì – dalle 10,30 alle 13,30)
al numero 0815790855 o scrivici all’indirizzo info@igatweb.it