SANTIAGO DEL CILE

Grande successo in Cile di Antonio Ferrara, Fondatore e Direttore dell’ IGAT – Istituto di Gestalt e Analisi Transazionale

Antonio Ferrara lo scorso ottobre ha condotto due seminari a Santiago del Chile.

 

Il primo seminario, dal 5 all’8 ottobre, rivolto agli allievi del terzo anno della Scuola “Gestalt Viva” di Claudio Naranjo, è stato sulla Supervisione.

 

Il lavoro si è focalizzato sugli aspetti relazionali Paziente – Terapeuta. A partire dalla presentazione di casi reali, sono state individuate le difficoltà vissute dal terapeuta con il proprio paziente. È stato evidenziato come il terapeuta si identificasse nelle esperienze problematiche del suo cliente, fino a sentirsi incapace di portare avanti il proprio lavoro. La Supervisione secondo il modello del conduttore Antonio Ferrara è un lavoro personale del terapeuta che viene guidato a rivivere in maniera esperienziale storie dell’infanzia che ancora oggi lo influenzano. Il passato lo condiziona, tanto da confondere i propri vissuti con quelli del paziente.
Queste forme di identificazione non permettono al terapeuta di guardare al paziente come persona e alle sue capacità Adulte. Il lavoro di tipo gestaltico/analitico transazionale sulle carenze personali del terapeuta ha permesso una sua diversa apertura facilitando la relazione con il paziente e la comprensione del suo mondo interno, portandolo infine ad aprirsi a nuove possibilità.

DAL SEMINARIO SULLA SUPERVISIONE

Riquadri Uscita2
Riquadri Uscita4
Riquadri Uscita3

Il secondo incontro, tenuto sempre da Antonio Ferrara dal 13 al 15 ottobre, su invito della “Fondazione Claudio Naranjo”, è stato un Workshop di Teatro Trasformatore.

 

I partecipanti, a partire dalla rappresentazione di testi da loro stessi elaborati e poi messi in scena, sono stati guidati in un processo di “trasformazione”, teso a realizzare nuovi personaggi, dalle forme più svariate, suggeriti dallo stesso ideatore e conduttore. Lo scopo ultimo è stato quello di cimentarsi creativamente, mettendosi in gioco nella scoperta di nuovi ruoli che evocano parti di sé nascoste o completamente sconosciute. La forza della drammatizzazione ha permesso di esprimere in maniera più intensa e libera stati emozionali e nuove maniere di essere e pensare. È una forma di Teatro altamente terapeutica, che mira a dar spazio a nuovi potenziali, rompendo limiti e barriere per far emergere persone “reali” e non marionette che quotidianamente replicano se stesse.

DAL WORKSHOP DI TEATRO TRASFORMATORE

Riquadri Teatro0
Riquadri Teatro1
Riquadri Teatro2
Riquadri Teatro3
Riquadri Teatro4
Riquadri Teatro5
Riquadri Teatro7
Riquadri Teatro5
Riquadri Teatro8
zFoto Gruppo